Sistemi depurazione acqua domestica
STUDI E SPERIMENTAZIONI SULL’ACQUA POTABILE
Gli studi effettuati in questi anni hanno dato conferma alle scoperte fatte dallo scienziato francese Claude Vincent. Nel 1945 Vincent mise in relazione la scarsa qualità dell’acqua potabile di alcune città francesi e la comparsa di alcune patologie: ictus, infarto, trombosi e cancro. La tabella di Vincent viene ancora oggi usata per classificare le acque minerali, per far fare pubblicità comparative, ma anche per suddividere le acque in base al loro effetto sul metabolismo umano.

TABELLA DI CLAUDE VINCENT ( controlla l’etichetta della tua acqua minerale e riscontra i risultati).



Come possiamo osservare la colonna a sinistra parte con l’indicazione “ effetto fortemente depositante “. Si nota che le acque consigliate sono quelle con una durezza più bassa ( gradi francesi ) e una conducibilità elettrica minore di 200 microsiemens/cm. Le acque classificate come OLIGOMINERALI hanno un basso residuo fisso e una durezza sotto i 10 gradi francesi.

Un indice di purezza è il basso contenuto di NITRATI che in alcune acque minerali in commercio può superare anche a 9mg/l ma si trovano anche acque molto pure con valori sotto 1,2mg/l. Queste ultime sono indicate per donne in gravidanza e bambini.
Il modo per migliorare l’acqua dei nostri rubinetti esiste. Partendo da impianti a microfiltrazione a carboni attivi e raggi UV-C,possiamo eliminare il cloro residuo indesiderato. Anche i nitrati possono essere abbattuti in un valore percentuale molto alto. Le lampade a raggi UV svolgono una AZIONE BATTERICIDA molto elevata specialmente se l’acqua è resa precedentemente limpida. I raggi uv-c hanno il potere di attaccare il DNA dei batteri e microrganismi presenti nell‘ acqua. I raggi UV-C per svolgere la loro efficace azione hanno bisogno di raggiungere completamente il fluido. Particelle in sospensione e residui potrebbero contenere batteri non raggiungibili dall’effetto UV-C. La microfiltrazione è dell’ordine del micron.
Con il processo di depurazione a osmosi inversa la depurazione è di un’ altro livello; infatti viene usata la microfiltrazione per poi arrivare alla membrana osmotica.

I nostri impianti che sfruttano il principio dell’osmosi inversa possono arrivare ad eliminare i più comuni inquinanti fino al 99,9% .

ELENCO INQUINANTI E % DI ABBATTIMENTO

CLORO: 100% ; ARGENTO 93 - 95% ; ERBICIDI 98% ; IDROCARBURI 96 -99% ; PIOMBO 96 - 98% ; NITRATI 94 - 96% ; SOLVENTI 96 - 98% ; BATTERI 100% .

Con queste brevi informazioni possiamo consigliarvi di smettere di comprare, trasportare e stoccare in casa l’acqua in bottiglia, PER TUTTA LA VITA. Questi purificatori sono prodotti per durare nel tempo. Il materiale esterno è di acciaio e i componenti interni sono di qualità e certificati dai più onorevoli marchi NSF E WATER QUALITY. I filtri e gli alti componenti sono facilmente sostituibili e hanno costi contenuti che vi faranno aumentare sempre più la fiducia per l’impianto acquistato.

INFORMAZIONI GENERALI - OSMOSI DIRETTA E OSMOSI INVERSA

Il principio dell’osmosi diretta e inversa fu studiato e approfondito nel 1990 dallo scienziato Jacobus Hendricus Van T Hoff. Per tali studi ottenne anche il premio Nobel.
In tutto il mondo il principio dell’ osmosi inversa è considerato il mezzo piu efficace per depurare l’acqua. OSMOSI dal greco OSMOS vuol dire spinta laterale, è alla base di ogni scambio cellulare degli esseri viventi,animali e vegetali.
Il principio è che se due soluzioni a differente concentrazione salina vengono separate da una membrana semipermeabile, la soluzione a bassa concentrazione andrà a diluire la soluzione a maggiore concentrazione fino a raggiungere l’equilibrio chiamato ISOSTATICO. Sfruttando questo fenomeno in maniera INVERSA applicando una pressione a una soluzione concentrata, possiamo ottenere una soluzione osmotizzata priva di sostanze indesiderate.

DEPURARE L’ACQUA CON L’OSMOSI INVERSA

Gli impianti domestici a osmosi inversa di nuova generazione sfruttano la tecnologia che è stata applicata anche dagli astronauti per garantirsi acqua pura. Esistono delle membrane osmotiche prodotte da industrie altamente qualificate capaci di produrre acqua di elevata purezza. Gli impianti moderni non necessitano di taniche di stoccaggio ma utilizzano la produzione diretta.Tutte le volte che apriamo il rubinetto collegato all’impianto,una pompa spinge l’acqua in pressione all’interno della membrana a osmosi. La parte di acqua depurata andrà verso il rubinetto, mentre una parte di acqua ricca di sostanze indesiderate sarà diretta allo scarico. Naturalmente questo processo di depurazione viene preceduto da almeno due filtraggi, un filtro a sedimenti e un filtro a carbone attivo granulare in modo da far arrivare alla membrana osmotica acqua priva di cloro , sedimentazioni e alcune sostanze eliminabili con l’effetto del carbone attivo granulare che viene sempre impiegato come pre trattamento per qualsiasi processo di depurazione.

ACQUA DI RUBINETTO E CLORAZIONE

L’acqua fornita dai nostri acquedotti è controllata, ma come abbiamo descritto precedentemente non ha una composizione PURA ma rispetta i parametri di legge.Il gestore dell’ acqua potabile per scongiurare la prolificazione batterica è costretto a trattare la fornitura idrica con derivati del CLORO .Da studi e ricerche di laboratorio è stato scoperto che questo processo di clorazione causa una reazione con le sostanze organiche presenti nell’ acqua formando i TRIALOMETANI (THM) e altri sottoprodotti alogenati (ACIDI ACETICI).
Senza creare allarmismi, possiamo dire che queste sostanze sono misurate costantemente e se venisse superato il limite di legge la popolazione coinvolta verrebbe avvertita per vietare l’ acqua per uso alimentare.
Questa brutta esperienza è capitata alla popolazione del basso Molise ma per fortuna solo per un breve periodo di tempo. Questi componenti indesiderati sono sospettati di favorire danni epatici a reni,sistema nervoso centrale e in particolare il CLOROFORMIO è considerato altamente cancerogeno.
Punti di forza dei nostri impianti:

  • Dimensioni ridotte anche sotto lo zoccolo della cucina;
  • Silenziosità;
  • Sistema antiallagamento elettronico;
  • Semplicità di montaggio;
  • Manutenzione programmabile;
  • Assistenza tecnica economica;
  • Ricambi di tipo standard garantiti;
  • Consulenza tecnica gratuita in qualsiasi momento;
  • Flusso diretto d’acqua ( non necessitano di serbatoi di stoccaggio);
  • Grande risparmio rispetto all’acqua in bottiglia;
  • Garanzia sull’acqua erogata;
  • Possibilità di pagamento in comode rate personalizzate;
  • Il costo dell’impianto viene recuperato in breve tempo, se pensiamo al costo dell’acqua in bottiglia rispetto a quella fornita dal nostro acquedotto.